Gli antiossidanti naturali più diffusi sono:

vitamina E, carotenoidi, vitamina C, flavonoidi, resveratrolo, acidi idrossicinnamici e acidi fenolici.
Gli ultimi quattro sono particolarmente abbondanti nel vino rosso, ma sono presenti anche nella frutta, nella verdura, nel tè, nella salvia e nell'origano.

Anche il vino diluito con acqua (come si conviene ai ragazzini) conserva in modo notevole le sue proprietà antiossidanti.

Particolarmente ricchi di polifenoli sono i vini ottenuti dai seguenti vitigni:

Nebbiolo, Teroldego, Pinot nero, Lagrein, Marzemino, Corvina, Croatina, Vespolina, Merlot, Carignano, Bovale, Cabernet sauvignon, Cabernet franc, Montepulciano, Sangiovese e Aglianico.

Tuttavia la quantità di polifenoli presente nel vino dipende in modo notevole dal sistema di vinificazione; più a lungo le bucce e i vinaccioli (semi) restano nel mosto a macerare durante la fermentazione, più polifenoli vengono estratti e passano quindi nel vino.
È interessante notare che il vino rosso è assai più ricco di polifenoli rispetto al vino bianco, ma gli acidi idrossicinnamici sono più abbondanti nei vini bianchi, poiché questi derivano dalla polpa dell'uva, che ne è particolarmente ricca.
 x 
Carrello vuoto